GIOVANNI LUCCHI (Italy)

http://www.lucchicremona.com/

The great Italian Bow maker (CREMONA)

GIOVANNI LUCCHI (bow maker in CREMONA)

 

INTERVIEW (by Vito Liuzzi)

January 2009

 

1-Come si sente ad essere uno fra i migliori archettai al mondo ?

 

Veramente pensavo di essere “il m…..” archettaio al mondo.

Comunque scherzi a parte , ho fatto questa professione con una tal passione che certi “ titoli “ sono arrivati inaspettati e trent’anni d’archetteria sono volati.

 

2-Quali sono i progetti futuri ?

 

Sono di continuare a costruire archi per grandi solisti, incontrare i ragazzi nei conservatori, insegnare ed imparare nei corsi di archetteria ………. Insomma, praticamente di continuare quello che ho fatto con dedizione per 30 anni.

 

 3-Se il suo strumento per verificare la propagazione nell’arco del suono può andare bene anche per i liutai.

 

Si, il “Lucchi meter” è oggi usato tanto : nei laboratori di ricerca , di liuteria , di acustica , nei musei dove sono conservati strumenti musicali ecc ………….. Ormai il legno di pernambuco viene venduto  in tutto il mondo misurato con questo Tester.

Costruttori di pianoforti e chitarre leader nel mondo, lo usano per selezionare i piani armonici.

In poche parole, lo usa chi vuole aver la certezza matematica che lo strumento che andrà a costruire , diverrà un ottimo strumento.

 

4-  Perché ritiene che il pernambuco sia comunque  migliore della fibra di carbonio ?

 

Sono due materiali completamente diversi che hanno bisogno di diversa lavorazione.

In partenza la fibra di carbonio è migliore per la velocità di trasmissione di vibrazione.

Il buon pernambuco riesce quasi ad avvicinarsi a questo valore importantissimo. Per fare un arco in carbonio si usano degli stampi e non si potrà più intervenire e modificarne la forma.

Il pernambuco è un legno, materiale “vivo” che ti da la possibilità di sfruttarne tutte le caratteristiche. Sicuramente ad altissimi livelli , quando nell’esecuzione di un musicista entrano in gioco sensazioni, energie e vibrazioni al di là dello “spartito”,

solo l’arco in “ottimo” pernambuco riesce a svolgere una tal ardua impresa.

La mia preoccupazione è che in un futuro ci potrebbe essere sul mercato la richiesta di:

-archi in pernambuco, di ottima qualità e fattura per grandi performance ( rapporto qualità prezzo adeguata ) e 

- di fibra di carbonio ,  accessibili economicamente .

 

 5- Se ritiene che  la fibra al carbonio riduca il fruscio o strofinio dei crini sulle corde …

 

L’arco di fibra carbonio come l’ottimo pernambuco produce  pochissimo rumore per la capacità di aderire  alle corde , dovuta appunto alla facilità e velocità di trasmissione del suono in questi due materiali.

 

6-Perché è importante avere un arco nuovo e non di vecchia data (usato)?

 

L’arco con l’uso ( con la tensione dei crini ) si sfibra perché  viene messo sotto sforzo . -  In meccanica si dice : “tutto ciò che vibra si sfibra”. 

 

Anche il violino ha lo stesso problema , ma le parti che si sfibrano sono : anima , ponticello, catena e corde . Infatti queste vengono sostituite periodicamente all’occorrenza.

 

7 / A- Come si fa a verificare la porosità del pernambuco ?

 

 La porosità o meglio la densità del pernambuco si ottiene dividendo il peso per il volume . Per la costruzione degli archi è preferibile un materiale mediamente denso (1,05-1,15). Il pernambuco ha di sua natura una densità che può variare da 0,90 gr x cm cubo a 1,30 circa. Un test che mette in evidenza questa caratteristica consiste nel mettere a bagno la bacchetta grezza e valutarne il galleggiamento o meno .

 

7/B - Se la fibra in carbonio sostituirà in futuro il pernambuco  .

 

La fibra di carbonio ha già ben sostituito una parte degli archi in legno , con i suoi pregi : resistenza alla rottura, allo snervamento, all’umidità , rapporto qualità - prezzo ottimo …. Purtroppo la sua  grande resistenza tende a rendere troppo tesi i crini , risultandone  quasi sempre un suono vetroso.

 

8-Perché  ha deciso di creare questi nuovi archi?

 

Nelle domande precedenti abbiamo già valutato i pregi e i difetti dell’arco in fibra di carbonio. Spesso questi archi sono stati pensati industrialmente e commercialmente …. È stata per me una sfida , cercare di valorizzarne i pregi e sminuirne i difetti, usando la mia esperienza trentennale nel campo degli archi. Ci sono riuscito ? Vedremo … ora tocca a voi darne un parere …………..

 

9- A che velocità dovrebbe viaggiare il suono rispetto ai 7000 m/s del carbonio ?

 

Nel pernambuco la velocità del suono va da 4500 m/s ai 6000 m/s …….. senza dubbio è migliore il legno con la velocità più alta . A questa componente  determinante , bisogna associare una serie di aspetti ( densità , velocità radiale , linearità della fibra ecc… ) che sicuramente incidono nella riuscita di un buon arco.

Oltre alle caratteristiche naturali valutate , non meno importante ,rimane la lavorazione , che l’abile archettaio con grande professionalità dovrà modificare per poterle sfruttare al massimo.

 

INTERVIEW (by Vito Liuzzi)

 

ENGLISH

 

January 2009

1-How it feel to be one of the best bowmakers in the world?

 

Really thought of being "the less ... .." bowmaker in the world.
Anyway jokes aside, I have made this profession with such a passion that some "evidence" came the unexpected and thirty years flew.


2-What are the future plans?

Are to continue to build bpws for great soloists, meet the guys in the conservatories, teaching and learning in courses. In short, practically to continue what I did with dedication for 30 years.

3-If your instrument to check the spread over the sound can go well for the liuthers.

Yes, the "Lucchi meter" is used so much today: in laboratories for research, violin, acoustic, in museums where they are stored musical instruments, etc..  Today Pernambuco wood is sold throughout the world measured by this tester.
Manufacturers of pianos and guitars in the world leaders, are using it to select the plans harmonics.

In short, it uses those who want to have the mathematical certainty that the instrument that will build, will become a great instrument or bow.


4 - Why do you think that Pernambuco is still better than carbon fiber?

They are two completely different materials need different processing.
Leaving the carbon fiber is better for speed of transmission of vibration.

The good Pernambuco can almost come to this important value. To make a bow using carbon mold and not be able to intervene and change the shape.

Pernambuco is the wood, the material "alive" that allows you to exploit all the features. Certainly at the highest levels of performance when a musician come into play feelings, energies and vibrations beyond the "score",
only the bow in "excellent" Pernambuco can play such a difficult undertaking.

My concern is that in future there could be market demand for:

-bows in Pernambuco, high quality and large bill for performance (value for money proper) and
- Carbon fiber, affordable.


 5 - If you think that the carbon fiber to reduce the friction or rustling of horsehair on strings ...

The bow of carbon fiber as the excellent Pernambuco produces very little noise for the ability to adhere to the ropes, due to the ease and speed of sound transmission in these two materials.

 

6-Why is it important to have a new bow, not old (used)?

The bow with the use (with the tension of the horsehair) is exhausted because it is put under strain. - In mechanics it is said: "anything that vibrates is exhausted."
The violin has the same problem, but the parts that are exhausted are: soul, bridge, chain and cord. In fact, they are replaced periodically as appropriate.


7 / A-How can I check the porosity of Pernambuco?

The best porosity or density of Pernambuco is obtained by dividing the weight by the volume. For the construction of the bows is preferred medium dense material (1,05-1,15). Pernambuco has the nature of a density that can vary from 0.90 gr x 1,30 cm cube around. A test that highlights this feature is to soak the wand and to estimate the rough draft or not.

7 / B - If the carbon fiber in the future replace the Pernambuco.

The carbon fiber has already replaced some of the bow in wood, with its qualities: resistance to fracture, the yield, moisture, quality - great price .... Unfortunately, his great strength tends to make too horsehair thesis, this would almost always a glassy sound.

8-Why did you decide to create these new bows?

 

In previous applications we have evaluated the merits and defects of a carbon fiber. Often, these bows have been designed for industrial and commercial .... It was a challenge for me, to try to exploit the advantages and minimize the defects, using my thirty years experience in the field of strings. There are successful? We'll see ... now it is up to you to give an opinion ... ... ... ... ..

 

9 - At what speed should the sound to travel compared to 7000 m / s of carbon?

In Pernambuco, the speed of sound ranges from 4500 m / s to 6000 m / s ... ... .. without doubt is the best wood with the highest speed. At this crucial component, it must involve a number of respects (density, radial velocity, linearity of the fiber, etc. ...) that will certainly affect the success of a good bow.

In addition to the natural characteristics evaluated, not least, is still working, that the skilful bowmaker with great professionalism must change in order to be able to exploit to the maximum.

LUCCHI FOUNDATION

under construction

THOMAS MARTIN says:

"We all must thank you, Dear Vito, for your tireless work for all of us bassists!"  You are doing so much for your colleagues and your art.

prof.dr. Vito Domenico Liuzzi "Doctor of Law" -"Magna cum Laude"

dr. Vito Liuzzi
dr. Vito Liuzzi

TRANSLATOR

"A TRIBUTE TO TEPPO" - Teppo Hauta-aho "THE KING" by Nbbrecords

DAN STYFFE "Octophonia" NEW CD

THIERRY BARBE'

CATALIN ROTARU or "The PAGANINI of the DOUBLE BASS"

MAURICIO ANNUNZIATA & his New Three Concertos for doublebass (free download)

Click on the image for the free download
Click on the image for the free download

MARCOS MACHADO & His New Book (VOL.1) for The Left Hand. HR!

SPERGER DUO - "Sonatas for Double Bass and Piano" with PILIP JARO & Xénia Jarovà

GOLDBERG VARIATIONS

PINO ETTORRE

LEON BOSH

BOTTESINI

ALBERTO BOCINI

DAN STYFFE

DAXUN ZHANG

NICHOLAS BAYLEY

MARCOS MACHADO

METAMORFORA
METAMORFORA

JOEL QUARRINGTON

Garden Scene
Garden Scene

ORAZIO FERRARI

MICHAEL WOLF

MICHAEL WOLF BOOK, if you like click on to Schott Edition
MICHAEL WOLF BOOK, if you like click on to Schott Edition

 

PIERMARIO MURELLI

PIERMARIO MURELLI - "Nuova didattica per contrabbasso " Ed. RICORDI

ALFREDO TREBBI

ALFREDO TREBBI - Novissimo manuale semiserio per contrabbasso (click on the picture above to read more)
ALFREDO TREBBI - Novissimo manuale semiserio per contrabbasso (click on the picture above to read more)

RICCARDO CROTTI

GEIRD REINKE

BOGUSLAW FURTOK

SILVIO DALLA TORRE

ENRICO FAGONE

IRINA KALINA GOUDEVA

MICHAEL KLINGHOFFER

OVIDIU BADILA

ALFRED PLANIAVSKY

MAURIZIO TURRIZIANI

THE BASS GANG

Thomas Martin & Timothy Cobb

SILVIA MATTEI

HR
HR

THE BASS SONORITY

THE BASS SONORITY: Vito Liuzzi, Michele Cellaro, Vincenzo Chiapperini, Leonardo Presicci, Giuseppe Lillo, Giovanni Rinaldi
THE BASS SONORITY: Vito Liuzzi, Michele Cellaro, Vincenzo Chiapperini, Leonardo Presicci, Giuseppe Lillo, Giovanni Rinaldi

DONOVAN STOKES

STEFANO SCODANIBBIO

Dead in Macerata at 55 years old

CATALIN ROTARU

FEDERICO BAGNASCO

CLICK ON THE PHOTO TO BUY
CLICK ON THE PHOTO TO BUY

ALFREDO TREBBI

Lo Zen e l' arte di imparare uno strumento
High Recommended

THOMAS MARTIN & his "Requiem" by Bottesini

PAOLO BENELLI

Dragonetti: Solos for double bass

by PAOLO BENELLI for CARISCH
by PAOLO BENELLI for CARISCH

FEDERICO BAGNASCO

Cd

MICHELE VERONESE

CATALIN ROTARU

Cd/DVD

PAOLO BENELLI

World Premiere!

FRANCESCO FRAIOLI

DAN STYFFE

"Portraits for friends" by BERNARD SALLES

BASSIONE AMOROSA

IRINA-KALINA GOUDEVA

"Recomenzar El Infinito"

Mr. PETRU IUGA "invention" !!!

Vito Liuzzi !!

Rino Liuzzi in STUDIOS

free counters